Ricette, ma soprattutto consigli, racconti e segnalazioni di dove poter mangiare senza problemi e di conseguenza vivere meglio

Teff crepes senza glutine

Teff crepes senza glutine


Injera. Si chiama così questa crepes di grano teff che accompagna tutti i piatti principali in Etiopia e Eritrea e che, un po’ come il pane indiano, aiuta a raccogliere il cibo con le mani. Noi già l'abbiamo conosciuta qualche settimana fa



Di colore leggermente grigiastro, spugnosa e con un sapore tendente all’acido, forse descritta così vi sembrerà poco invitante, vi assicuro che accompagnata con una bella salsina di sugo e ceci oppure, per gli onnivori, con dello zighini, sposa perfettamente.


La ricetta dell’injera prevede la possibilità di rendere questo pane più consistente con l’aggiunta di farina integrale (diciamo su 100g di teff 2 cucchiai rasi di farina sono sufficienti) oppure potete usare il teff da solo. 

La crepes sarà più delicata in questo caso, ma assolutamente priva di glutine.

Ingredienti per circa 10 crepes

  • 180 ml di acqua equivalenti a 3/4 di una tazza
  • 110 g. di farina di teff equivalente a 1/2 tazza 
  • un pizzico di sale integrale
  • burro o olio per ungere la padella antiaderente
 
Opzione B – ingredienti da aggiungere in più
  • 2 Cucchiai di burro o di olio EVO
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 1 uovo da allevamento a terra
  • 60 g. di farina integrale

Preparazione

Mettere gli ingredienti acqua e farina di teff in una ciotola e lasciarli riposare per una notte, circa 10 ore e al massimo fino a due giorni. Più riposano più diventa acido il sapore, tipico dell’injera etiope.
Terminato il periodo di fermentazione, mescolate bene l’impasto e su una piastra o padella da crepes antiaderente passate una leggera quantità di burro e fate cuocere finché la superficie non secca e appaiono delle crepe e i bordi tenderanno ad arricciarsi (circa 40secondi o meno se la piastra è calde e lo strato non troppo spesso). Capovolgete l’injera e verificate che si sia ben alveolata e dopo 60 secondi versatela su un piatto.
Lasciate raffreddare e servite con verdure, shiro o zighini. 
O con le vostre ricette salate preferite.




Iscriviti

* indicates required


Adbox

@templatesyard