Ricette, ma soprattutto consigli, racconti e segnalazioni di dove poter mangiare senza problemi e di conseguenza vivere meglio

Pasta speck e noci


La pasta speck e noci è un primo piatto ricco e molto gustoso, adatto a pranzi della domenica o cene di festa.

In questo periodo di quarantena forzata, come molti di noi, ho dovuto variare un po' la ricetta base, causa mancanza di materie prime, ma il risultato è stato ottimo lo stesso

E' essenziale usare uno speck di buona qualità, che con il suo aroma darà un tocco speciale al piatto.

La pasta speck e noci è ottima, se avanza, anche il giorno dopo, con un paio di cucchiai di latte, coperta di Parmigiano Reggiano e scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. 

Se tende a scurirsi troppo, basta coprirla con la carta stagnola.

Questa è la ricetta base, poi metterò le variazioni

Ingredienti per 2 persone

  • 50 g di speck affettato sottile
  • 6 noci
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 3 cucchiai di vino bianco secco
  • Pepe nero macinato al momento
  • 2 cucchiai di panna
  • 160 g di pasta

Preparazione

Tagliare lo speck a piccole listarelle non troppo lunghe (2-3 centimetri).
Sgusciare le noci e tritare i gherigli piuttosto finemente, ma non in polvere.
Spellare lo scalogno e tritarlo molto finemente.
Mettere in una padella antiaderente l'olio, lo scalogno e farlo dolcemente dorare su fiamma media. Unire qualche cucchiaio di acqua e farlo stufare in modo che si sciolga quasi.
Unire lo speck, una macinata di pepe e farlo cuocere un minuto a fiamma vivace girando di frequente. Bagnare con il vino bianco, e lasciar evaporare.
Spegnere il fuoco, unire la panna e le noci. Mescolare e coprire.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarla, aggiungere un mestolo di acqua di cottura nella padella del condimento, quindi accendere il fuoco.
Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto, girando di frequente.
Servire immediatamente.

Le variazioni

Partendo dalla base trovata su Lo Spicchio d'Aglio, ho intanto cambiato la pasta da lunga - le pappardelle probabilmente sono la scelta migliore - con quella corta, infatti ho usato sia mezze penne che gnocchetti sardi (ogni pargolo ha voluto la sua pasta preferita).

Al posto della panna, ho usato il latte ed al posto dello scalogno una semplice cipolla, ma queste sono variazioni da nulla.

Le modifiche più importanti sono state nell'uso dello speck e delle noci: ho diviso le noci in tre mucchietti, il primo l'ho cotto insieme a parte dello speck per dargli più sapore, il secondo come da ricetta ed il terzo, insieme ad una parte di speck, l'ho messo a crudo poco prima di servire i piatti.

In questo modo ho avuto gusti e consistenze diverse.



Iscriviti

* indicates required


Adbox

@templatesyard