Ricette, ma soprattutto consigli, racconti e segnalazioni di dove poter mangiare senza problemi e di conseguenza vivere meglio

Cos'è la contaminazione? E' pericolosa?

Cos'è la contaminazione

Per preparare un pasto o un alimento per celiaci non è sufficiente evitare di usare le farine con glutine o il pane e la pasta convenzionali: è necessario prestare attenzione anche al rischio di contaminazione accidentale.

Per contaminazione accidentale si intende l’aggiunta involontaria di glutine al prodotto alimentare che ne è privo, a causa di eventi non controllabili.

Può essere di due tipi:
  1. Crociata, ovvero le possibili contaminazioni dovute agli “incroci” del prodotto senza glutine con quello con glutine lungo la filiera di produzione, dalla raccolta delle materie prime fino alla consegna dell’alimento al consumatore.
  2. Ambientale, ovvero quella dovuta a non corretti comportamenti per esempio durante la conservazione o la preparazione domestica o della ristorazione. Anche piccoli quantitativi (“tracce”) di glutine, presenti per contaminazione accidentale, sono dannosi per chi è intollerante al glutine, anche se di norma non provocano sintomi evidenti.
Domanda: Mi posso contaminare baciando qualcuno che ha mangiato un panino o un piatto di pasta?

No. Una contaminazione significativa richiede una assunzione di glutine compresa tra i 10mg e i 50mg al giorno per 90 giorni: vale a dire grosso modo una briciola di pane delle dimensioni di un centimetro cubo per 90 giorni.

È altamente improbabile che ad ogni bacio si smuovano briciole, o secrezioni a tal punto cariche di glutine

Da Focus.




Iscriviti

* indicates required


Adbox

@templatesyard